La Libertà

Posted in Citazioni, Riflessioni on 17 ottobre 2008 by lucber
“Nulla di più dannoso c’è che un tiranno per la città,
dove al primo posto non ci sono leggi comuni
ma domina uno solo che si è appropriato personalmente della legge.
Lì non c’è più uguaglianza.
Con le leggi scritte, invece, il debole e il ricco godono di uguale diritto.
I più deboli possono rispondere a chi sta bene, se li offende,
ed il più piccolo la spunta sul grande se ha ragione.
La libertà poi è questo << Chi vuol fare una buona proposta per la città qui a tutti, se ne ha?>>
Così chi vuole si distingue, chi non vuole tace.
Che cosa c’è di più uguale per la città?”
Euripide
==========================================================

Avvertenza.
Questo blog è un aggregatore di notizie e non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicita’. Questo blog non puo’, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001.

Le notizie e le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarcelo e saranno subito rimosse.

CONTINUA LA MATTANZA

Posted in Blogroll on 15 gennaio 2009 by lucber

ANSA  – 2009-01-15   12:13  –  GAZA : L’artiglieria israeliana ha colpito oggi la sede dell’Unrwa – l’agenzia per i rifugiati delle Nazioni Unite – a Gaza City, tre dipendenti dell’agenzia sono rimasti feriti.

Un portavoce dell’Unrwa ha annunciato la sospensione delle attività.

Ordigni delle forze israeliane sono caduti anche su un ospedale a Gaza City, negli scontri di stamattina, secondo quanto riferiscono testimoni dal posto.

Due cameraman palestinesi, poi, sono rimasti feriti in un attacco contro un edificio a Gaza che ospita gli uffici di diversi media arabi e internazionali.

Nella notte nuovi raid israeliani hanno causato la morte di almeno 16 palestinesi. I bombardamenti dell’aviazione di Israele si sono concentrati sulle città di Gaza, Khan Yunis e Rafah. Come riferiscono fonti mediche, tra i morti c’é un giovane di 13 anni, mentre cinque persone sono rimaste ferite in un raid portato contro una moschea di Rafah. Dal lancio dell’offensiva israeliana contro la Striscia, il 27 dicembre scorso, il bilancio delle vittime in territorio palestinese è di 1.054 morti e oltre 4.850 feriti.

(Tutto ciò in risposa a cosa? ) Nelle prime ore del mattino almeno 14 razzi sono stati lanciati su Israele. Gli ordigni hanno colpito diverse località del territorio israeliano, (ma devono essere stati tanto efficaci che … ) non si hanno tuttavia al momento notizie di danni o vittime.

MENTRE IERI…

ANSA – 2009-01-15  09:35 – ISRAELE BLOCCA NAVE CON AIUTI UMANITARI

La Marina israeliana ha bloccato, in acque internazionali, una nave carica di aiuti umanitari destinati alla popolazione di Gaza con a bordo medici, parlamentari e attivisti provenienti dall’Europa e dagli Stati Uniti. Lo ha reso noto l’ex deputato di Prc Francesco Caruso che si trova a bordo della nave salpata ieri dal porto di Larnaca, a Cipro. “Israele ha violato ogni diritto internazionale” ha detto Caruso sottolineando che i pacifisti a bordo della nave sono stati anche minacciati con le armi da parte dei soldati israeliani. “Eravamo in acque internazionali – ripete Caruso – la Marina israeliana non poteva e non può fare quello che ha fatto. Prima ci hanno intimato l’alt e quando noi gli abbiamo spiegato che non ci saremmo fermati e avremmo proseguito visto il carico umanitario a bordo, ci hanno puntato i mitra e i cannoni contro dicendo che se non ci fossimo fermati entro 4 minuti avrebbero aperto il fuoco”. La nave sta ora facendo rotta verso Cipro. A bordo, oltre a Caruso, unico italiano, ci sono un deputato greco e un senatore spagnolo, alcuni medici e giornalisti.

QUALCUNO HA PAURA DEL CONFRONTO?

Posted in Notizie & Politica on 13 gennaio 2009 by lucber

ANSA  2009-01-13 16:33

ROMA – Il governo pone la fiducia sul decreto legge anticrisi. “Il rispetto della centralità del Parlamento e della sua funzione nel procedimento legislativo non si limita all’omaggio del lavoro fatto in commissione ed impedendo ai deputati di pronunciarsi in Aula su un testo”. Lo ha detto nell’Aula della Camera il presidente Gianfranco Fini dopo che il ministro Vito aveva posto la fiducia sul decreto legge anti-crisi nel testo approvato dalle commissioni.

http://www.ansa.it/opencms/export/site/visualizza_fdg.html_851033018.html

Qualcuno ogni tanto da segni di equilibrio e responsabilità istituzionale. Oltre alla sporadicità di tali eventi, quello che più mi turba sono le  risposte dei suoi “vecchi” colleghi di scranno…

Il presidente del Consiglio: “Abbiamo giudicato che fosse indispensabile”

Alla domanda se la posizione di Fini fosse dovuta al suo ruolo, il presidente del Consiglio si è portato la mano sulla bocca come per dire: non rispondo.

La Lega Nord con Roberto Cota, che riferendosi all’attacco di Fini alla tassa per il permesso di soggiorno osserva: “Abbiamo assistito a polemiche, a una serie di interventi compreso il suo. Lei è intervenuto nel merito di una vicenda, lei che oggi rivendica un ruolo istituzionale super partes, in quella circostanza lei è intervenuto nel merito. Noi non rinunceremo a proporre in questo Parlamento le nostre idee che riteniamo siano giuste e sulle quali abbiamo il consenso della gente. Caro presidente della Camera, della nostra gente”.

L’on. Cicchitto: “Il rilievo mosso al governo può essere oggetto di discussione e di dibattito, ma noi non sentiamo di condividerlo” chiarendo che “Un articolo del regolamento disciplina un istituto, quello della fiducia, che in quanto tale non può essere una mancanza di rispetto per il Parlamento. Noi ci assumiamo la responsabilità della scelta del governo; con la fiducia non si spossessa nessun parlamentare della propria funzione”

L’on. Cicchitto mostra cosi di non ricordare le differenze fra le procedure parlamentari del voto di fiducia: Il primo espresso solo e direttamente dai capigruppo; il secondo attraverso conta dei voti PREVIO REGOLARE e LIBERO DIBBATTIMENTO fra i PARLAMENTARI.

Dato che anche il Presidente della Camera dei Deputati l’ha notato, la domanda è : “perchè il governo vuole evitare il confronto sul Decreto Anticrisi?”.

UNIVERSITA’: PASSA LA LEGGE “GELMINI”

Posted in Notizie & Politica with tags , , on 8 gennaio 2009 by lucber

IL MINISTRO: “ORA SI CAMBIA”

Oggi 08 gennaio 2008, alle 19 circa, il decreto Gelmini in materia di università è diventato legge.

Il testo ha ricevuto il via libera alla Camera con 281 voti a favore, 196 contrari, e 28 astenuti. Il governo ha ottenuto la fiducia con voto favorevole della maggioranza (come se la stessa non bastasse a far approvare una proposta di legge). Pd e l’Italia dei Valori hanno espresso voto contrario mentre l’Udc si è astenuta adducendo “la Scusa Postuma del Democristiano” : ”offrire un’apertura di credito nei confronti del ministro Gelmini”.

Il ministro dell’Istruzione Mariastella Gelmini: “L’università oggi cambia. Sarà valorizzato il merito, premiati i giovani, affermata la gestione virtuosa degli atenei e introdotta più trasparenza nei concorsi all’Università per diventare professori o ricercatori. Da questi tre pilastri non si potrà prescindere. L’Università italiana va cambiata ma per affermare questa necessità non c’era e non c’é nessun bisogno di una campagna denigratoria sugli atenei italiani. In queste settimane invece, per contrastare una pacifica e razionale protesta di studenti e docenti contro un taglio insostenibile alle risorse da destinare alle università, si è alimentata una vera e propria campagna contro le università del nostro paese, facendo di tutta l’erba un fascio, dipingendole tutte come sprecone, corrotte, incapaci di formare e fare ricerca” (mystification).

La maggioranza difende il provvedimento con il parlamentare Stefano Caldoro (Pdl): “Questo decreto ha avviato un percorso di rinnovamento e riqualificazione del sistema universitario volto al perseguimento degli obiettivi del merito, della trasparenza, della qualità e della competitività. Le accuse dell’opposizione sono strumentali e non veritiere. In ogni caso resta la necessità di procedere ad una riforma organica della nostra università” (come imparano bene la pappardella…).

Roberto Cota, della Lega Nord auspica l’abolizione del valore legale del titolo di studio (Cosi potranno non farsi più notare come semplici licenziati superiori. Meno male che stavamo parlando di MERITO!), ed “un maggiore riconoscimento del radicamento degli atenei sul territorio” (eeeh? Ma che vuol dire?) .

TANGENTOPOLI è MAI DAVVERO COMINCIATA?

Posted in Citazioni, Notizie & Politica with tags , , , on 18 dicembre 2008 by lucber

(ANSA) 2008-12-17 19:18

La mappa della ”crisi morale”

Amministrazioni locali in bilico dal nord al sud, un quadro politico in più di una regione precario non solo a causa delle inchieste giudiziarie in corso, che hanno coinvolto più di un esponente politico, ma anche per tensioni legate a equilibri interni agli schieramenti politici. Questo il quadro degli enti locali in via di cambiamento:

io: “Senza dimenticarci che il l’UDC e il PDL hanno messo nel Senato della Repubblica indagati e/o condannati per collusioni con la mafia

1) EMILIA ROMAGNA: con le primarie nel Pd per il comune di Bologna, vinte da Flavio Del Bono, vacilla la poltrona di vicepresidente della regione, attualmente occupata proprio da lui. Del Bono infatti dovrà decidere se lasciare l’incarico oppure no.

io: “Deve essere una cosa gravemente immorale vincere le primarie per elezioni che si svolgeranno nel 2009!”

2) TRENTINO ALTO ADIGE: a Bolzano si attende la formazione della nuova giunta che è il frutto di un accordo programmatico tra il Pd e l’Svp, anche se il governatore uscente rischia per una fronda interna del suo partito.

io: “Come se le “fronde” fossero una novità nel quadro politco italiano!”

3) TOSCANA: a Firenze è scontro totale in vista delle comunali del 2009. Graziano Cioni (PD), uno dei quattro candidati alle primarie, è indagato per corruzione: secondo gli inquirenti avrebbe ricevuto soldi e favori per facilitare la trasformazione urbanistica di Castello, un’area di proprietà del gruppo Fondiaria-Sai. In consiglio comunale, la maggioranza si è spaccata su un ordine del giorno sulla vicenda dell’area Castello. Qualche giorno fa il sindaco di Firenze, Leonardo Domenici (PD), si è incatenato davanti a La Repubblica in segno di protesta contro l’informazione data sull’intera vicenda.

io: “Tangentopoli non è mai cominciata davvero. Come colpire un brufoletto sulla cute di un elefante.”

4) CAMPANIA:dopo il suicidio dell’ex assessore Nugnez,che ha scosso il mondo politico napoletano, già profondamente turbato dalla vicenda rifiuti, oggi gli arresti di due assessori coinvolti nell’inchiesta “Global service” hanno dato il colpo di grazia. Di Pietro ha annunciato che uscirà da tutte le giunte della Campania se non sarà chiarita la questione morale. Forti tensioni anche alla regione, dove il Pd romano ha chiesto “discontinuità” all’attuale maggioranza, e al quale il governatore Bassolino ha replicato “di non sentirsi assolutamente logoro”.

io: “…no comment…

5) SARDEGNA: il governatore Renato Soru (PD), si è dimesso lo scorso 25 novembre dopo la bocciatura in consiglio regionale di una norma per l’applicazione del Piano paesaggistico inserita nella proposta di legge urbanistica. La legge statutaria prevede un calendario rigido per la gestione della crisi: tra il 15 e il 24 dicembre il Consiglio regionale dovrà discutere le dimissioni. Se non saranno ritirate porteranno allo scioglimento dell’Assemblea e alla convocazione delle elezioni entro il 22 febbraio.

io: “Normale prassi istituzionale…dov’è la novità?”

6) BASILICATA: il 29 novembre si è dimessa l’intera giunta dopo l’abbandono di un assessore del Pd in seguito alla pubblicazione di un’inchiesta di “Repubblica” sul dissesto regionale. Il governatore, Vito de Filippo,é poi indagato nell’ambito dell’inchiesta sui petroli, che ha visto l’arresto dell’ad di Total Italia.

io: “Mi sembra il minimo che potessero fare, no?”

7) ABRUZZO: Gianni Chiodi del Pdl è da domenica scorsa il nuovo governatore dell’Abruzzo. Fra 3-4 giorni arriverà la proclamazione ufficiale e subito dopo la formazione della nuova giunta di centro-destra. La regione però è scossa da un altro terremoto, l’arresto del sindaco di Pescara, D’Alfonso accusato di avere intascato tangenti in cambio di favori amministrativi.

io:  Rit. “Tangentopoli non è mai cominciata davvero”.

8) CALABRIA: è di oggi la chiusura dell’inchiesta “Why Not”; tra i destinatari della notifica di conclusione delle indagini lo stesso presidente della regione, Agazio Loiero (e altri politici, magistrati e giudici collusi con la mafia).

io: “E’ come nella tradizione italiana: alla fine va tutto a tarallucci e vino!”

Adesso tutti quelli che hanno la coscienza sporca giocheranno a chi l’ha fatta meno grossa.

Stilata la “Graduatoria” si giustificheranno parlando di “sistema l’Italia” e ” responsabilità comuni da condividere” perchè “mica la legge può mandare in galera 1/2 paese!”

Pio XII e le Leggi Razziali

Posted in Intrattenimento, Notizie & Politica with tags , , , on 16 dicembre 2008 by lucber

SOTTOTITOLO : il  “PING PONG”  Storico

SOTTO-SOTTOTITOLO: ” […] l’ho detto prima io, quindi sei tu!”

Gianfranco Fini, Presidente della Camera dei Deputati alla conferenza organizzata a Montecitorio nel 70/o anniversario delle leggi antiebraiche e razziste:

“L’ideologia fascista non spiega da sola l’infamia delle leggi razziali. C’é da chiedersi perché la società italiana si sia adeguata nel suo insieme alla legislazione antiebraica e perché, salvo talune luminose eccezioni, non siano state registrate manifestazioni particolari di resistenza. Nemmeno, mi duole dirlo, da parte della Chiesa cattolica […] Rievochiamo oggi  una pagina vergognosa della storia italiana. Quelle leggi hanno rappresentato uno dei momenti più bui nelle vicende de nostro popolo”.

(http://www.ansa.it/opencms/export/site/visualizza_fdg.html_844688495.html)

Risponde subito “Civiltà Cattolica” all’Ansa con padre Giovanni Sale, scrittore della Civiltà Cattolica e autore tra l’altro di due recenti articoli sulle leggi razziali che illustrano la posizione del Vaticano contro il manifesto della razza e le leggi razziali.

“Le dichiarazioni del presidente della Camera Gianfranco Fini sulla Chiesa e le leggi razziali sono “sconcertanti”, evidentemente Fini “non conosce una pagina di storia nazionale che vede contrapposti Mussolini e Pio XI” o forse sono frutto di una “svista, di un cercare un correo a delle responsabilità che il presidente Fini vuole in parte coprire che fanno parte della sua storia, anche se non di quella recente”.

http://www.ansa.it/opencms/export/site/notizie/rubriche/daassociare/visualizza_new.html_844710689.html

IL “MA ANCHE” DEL TREMONTI

Posted in Notizie & Politica on 5 dicembre 2008 by lucber

“Finchè c’è Chiesa c’è speranza” L.B.

DE: FINANZIAMENTI ALLE SCUOLE

http://www.libero.it http://www.ansa.it

2008-12-05 15:56

FINANZIARIA: GOVERNO, RIPRISTINIAMO FONDI SCUOLE PRIVATE

ROMA – In arrivo 120 milioni per la scuola, ma senza distinzioni al momento dei destinatari: sarà il ministero dell’Istruzione, di concerto con il dicastero degli Affari regionali e dell’Economia, a valutare successivamente, entro 30 giorni dall’entrata in vigore della legge finanziaria, la quota da destinare agli istituti scolastici privati. E’ quanto stabiliscono due diversi emendamenti dei relatori al disegno di legge finanziaria e al bilancio approvati dalla commissione Bilancio del Senato.

Sono due gli emendamenti che intervengono sulla scuola e che sono stati approvati oggi dalla commissione Bilancio del Senato: uno è una modifica al disegno di legge Bilancio ed è una tabella, l’altro è una novità introdotta alla legge finanziaria e riguarda il decreto con il quale il governo potrà stabilire i criteri per la distribuzione alle regioni delle risorse finanziarie”.

In questo ultimo emendamento, a firma del relatore, si legge che “fermo restando le prerogative regionali in materia di istruzione scolastica, con decreto del ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca, di concerto con il ministro degli Affari regionali e il ministro dell’Economia, sentita la Conferenza Stato-regioni, sono stabiliti entro 30 giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge i criteri per la distribuzione alle regioni finanziarie occorrenti alla realizzazione delle misure”. Per quanto riguarda invece la tabella inserita nel ddl Bilancio, il testo provvede a un incremento di 120milioni per il 2009 per “interventi in materia di istruzione” coperto con un taglio corrispondente ai fondi del ministero dell’Economia.

Il tema del finanziamento alle scuole private e’ stato rilanciato dalla Cei, preoccupata per il destineo delle scuole pubbliche non statali. Dopo aver annunciato la mobilitazione delle federazioni delle scuole cattoliche, la Conferenza episcopale si e’ detta fiduciosa negli impegni presi dal governo in materia.

Il ripristino quasi totale dei fondi originariamente tagliati, che ammontava a 130 milioni, era stato anticipato dal sottosegretario all’Economia Vegas. ”C’e’ un emendamento del relatore che ripristina – dice Vegas – il livello originario, vale a dire 120 milioni di euro. Possono stare tranquilli, dormire su quattro cuscini”.

PAAP: AIUTO A GENITORI PER SCELTA SCUOLA DIRITTO INALIENABILE CITTA’ DEL VATICANO – Papa Benedetto XVI ha invocato “l’adozione di misure a favore dei genitori che li aiutino nel loro diritto inalienabile di educare i figli secondo le proprie convinzioni etiche e religiose, come pure la promozione della gioventù”. Di ciò , Benedetto XVI ha parlato al nuovo ambasciatore argentino presso la Santa Sede, Juan Pablo Cafiero, che ha presentato oggi le sue credenziali. Le parole del Papa, pur se non riferite difrettamente al dibattito in corso in Italia tra Cei e governo sugli aiuti alle scuole cattoliche, delineano tuttavia il punto di vista generale della Chiesa su tale problema.

Il Valzer continua

Posted in Notizie & Politica with tags , on 5 dicembre 2008 by lucber

2008-11-27 13:11 UDC: PIONATI LASCIA IL PARTITO E FONDA ‘ALLEANZA DI CENTRO’

ROMA –

Francesco Pionati, ex portavoce dell’Udc, lascia il partito e fonda, insieme ad altri amici dello Scudocrociato, un nuovo movimento politico, ‘Alleanza di Centro’.

Il movimento, che sarà presentato giovedì prossimo nel corso di una conferenza stampa, si propone, si legge in una nota, “come casa e riferimento dei moderati che, non condividendo l’attuale posizionamento dell’Udc, intendono collocarsi senza ambiguità all’interno del centrodestra, a sostegno di Berlusconi e del suo governo, e che guardano al Pdl come interlocutore naturale, alla ricerca delle forme di collaborazione più utili e opportune in vista delle elezioni amministrative della primavera 2009”.

Pionati, conclude la nota, aderisce per ora al gruppo misto della Camera.